Studi e indagini di mercato possono aiutare la tua attività immobiliare?

Dove sta andando l’immobiliare

Sono tanti i report di grande interesse per il settore immobiliare.

In questo post ti proponiamo alcune osservazioni pratiche basate sul recente studio pubblicato da Tecnocasa relativo alla diversificazione della domanda per fasce di età nel 2020. 

Dai numeri che seguono faremo alcune considerazioni utili alla tua attività di agente immobiliare:

  1. compra chi può contare su una sicurezza economica costante, quindi soprattutto soggetti tra 36 e 45 anni.

  2. Nella fascia di età 18-36 anni, il 66% delle operazioni riguarda compravendite con finalità abitative, poche per investimento. Il restante 33% sono locazioni. Qui la presenza di finanziamento è rilevante.

  3. Fino a 65 anni, i rogiti aumentano fino a raggiungere l’80% degli affari ed è in questa fascia che si concentrano i maggiori acquisti con finalità di investimento e di casa vacanza.

  4. Dai 65 anni in su, si rileva lo scarso ricorso al mutuo (per ovvie ragioni anagrafiche), per cui gli acquisti vengono fatti investendo il capitale messo da parte. Una ulteriore tendenza è quella di vendere e optare per l’abitazione in affitto, decisione che risponde alle esigenze di liquidità proprie e dei figli.

  5. Circa la tipologia immobiliare, ferma la predilezione per il “trilocale”, le maggiori superfici sono richieste dagli acquirenti nella fascia di età intermedia, momento che corrisponde ad una maggiore stabilità economica e dove nelle famiglie arrivano i figli.  Al di fuori di questo contesto, la richiesta è verso dimensioni più modeste, a misura di singoli o coppie senza figli, perché ancora da venire o già emancipati e con situazioni economiche più precarie.

Quali domande dovresti farti?

Un aforisma dice che ci sono tre tipi di bugie: le bugie, le dannate bugie e la statistica. Domandati: la tua esperienza si rispecchia in questa analisi? Ritieni l’indagine veritiera per il tuo mercato?

Senza nulla togliere alla serietà dello studio, devi sempre valutare se c’è corrispondenza tra i numeri presentati e la realtà del tuo mercato. Per mille motivi contingenti potrebbero esserci differenze anche rilevanti oppure considerazioni che dal confronto statistico non emergono, ma che nella vita reale hanno un certo peso.

Prima di adottare il punto di vista che ti viene proposto, fai i conti con ciò che realmente ti circonda per mantenerti credibile.

Scopri le visite virtuali di Realisti.co per comunicare in modo trasparente ed aumentare la tua credibilità. Provale ora!

Hai pensato a quali siano gli strumenti e le metodologie di approccio migliori per raggiungere ogni fascia di età? 

Il report mette in evidenza la “composizione anagrafica” del mercato immobiliare. Siamo in un momento storico in rapida evoluzione, sociale e tecnologica. Devi tenerne conto se vuoi avere una comunicazione vincente ed ottenere dei risultati tangibili. Il messaggio che indirizzi ad una persona nata nel 1960 non può avere la stessa forma e modalità di quello destinato ad una del ‘90. L’eterogeneità di mercato pone delle sfide relative alla comunicazione che adotterai.

Hai un portafoglio immobiliare versatile o una attività organizzata per rispondere ad ogni esigenza di domanda?

L’indagine evidenzia che le esigenze mutano in modo consistente a seconda delle fasce di età. Il consiglio è quello specializzarti in un settore specifico ed essere il migliore in quell’ambito, oppure organizzare la tua attività per essere in grado di rispondere a tutte le richieste che ti arrivano. Questo può voler dire collaborare con altri colleghi per incrementare le opportunità di riuscita.

Puoi usare le visite virtuali per aumentare le collaborazioni a distanza con i tuoi colleghi.
Ci avevi mai pensato? Scopri Realisti.co!

Restando in tema di collaborazione, considera prioritario poter contare sulla competenza di un mediatore creditizio capace di affrontare ogni scenario. Il cliente vuole trovare in te l’elemento rassicurante che gli consente di superare qualunque timore.

Indagini e report di mercato dimostrano quanto sia prezioso il lavoro di chi raccoglie e utilizza i dati per creare istantanee del mercato.

Tutto questo può creare valore per te se saprai comprendere dove ti trovi rispetto alla realtà disegnata e quale direzione prendere per assecondare le nuove tendenze.


Rispondi