Carriera immobiliare, fare squadra per fare strada

Giovane promettente cerca successo nella vita

Se hai in mente di costruire una carriera immobiliare, immaginando una strada che passi tra appartamenti in vendita e immobili da locale, devi avere un progetto.

È il progetto che fa la differenza tra un castello in aria e un’attività che ti garantisce stabilità economica ed un posto nel mercato.

Il tuo progetto parte da un obiettivo chiaro che deve identificare le risorse personali e materiali necessarie. Alcune di queste forse le hai già, altre ti mancano. Di sicuro un progetto che funziona deve includere il gioco di squadra.

La carriera immobiliare non è da lupi solitari

Sul web si trovano innumerevoli post motivazionali che partono da esempi epici, tipo le famose frecce che prese singolarmente si spezzano, ma quando sono raggruppate in un fascio diventano indistruttibili. Il messaggio? Devi imparare a fare squadra. Da soli non si va da nessuna parte, il team è un acceleratore di tutte le competenze necessarie alla professione.

Accelera il tuo business grazie alle visite virtuali di Realisti.co! Non le conosci ancora?
Provale subito!

Improvvisazione? Solo se fai teatro! 

Qualunque sia la tua formazione scolastica, non esiste il titolo di studio definitivo per l’agente immobiliare. La tua carriera immobiliare inizia sul campo, con pazienza e costanza. L’improvvisazione non è un’arte gradita, hai a che fare con speranze, desideri e molte decine di migliaia di euro delle persone che si affidano a te. Inoltre le regole del gioco sono in continua evoluzione e l’essere da soli non paga.

Scegliere la squadra giusta può essere determinante per il tuo futuro. Indirizza la tua ricerca verso chi può darti:

1. Formazione

Essa si declina in due modi, esperienziale e didattica. Scegli un team dove ci siano colleghi anziani che sappiano trasferirti l’esperienza degli anni di pratica. Cerca mentori generosi, senza timore di essere scalzati dal nuovo che avanza e che non temano di metterti in campo.

Preferisci chi prevede un percorso formativo, con una fase di “messa a bordo” immediata e di aggiornamento permanente dopo. Ricorda che lavorare sodo non ti aiuterà a imparare tutto ciò che serve.

2. Condivisione delle esperienze

Il confronto, sia durante un meeting che davanti ad una birra a fine giornata, è un elemento da non trascurare. Raccontarsi quello che è accaduto durante la giornata permette di ampliare il proprio bagaglio di conoscenze, quasi senza rendersene conto, soprattutto se c’è un ambiente amichevole. 

3. Consapevolezza delle capacità

Non tutti hanno medesime capacità e interessi: c’è chi ama lavorare a contatto con la clientela, e chi preferisce dedicarsi al backstage (studi, valutazioni, gestione del database, marketing). Cerca chi ti consente di sperimentarti nei vari ambienti operativi per capire i tuoi punti di forza e le aree di miglioramento. Un giorno ti capiterà di dover fare quella cosa che ti piace meno e dover comunque eseguirla con cognizione di causa.

4. Identità professionale

Il confronto ed il dialogo con i colleghi ti consente di riconoscere la tua identità professionale. Acquisire una chiarezza di veduta su questo aspetto è fondamentale per la tua carriera immobiliare all’interno di quella struttura o nel caso di sviluppo di una impresa autonoma. Su questa consapevolezza si edifica quella reputazione di affidabilità e costanza, che domani potrebbe identificare il tuo brand.

5. Protezione e capacità di gestione delle crisi

Nessuno è immune da errori, soprattutto chi si avventura in un percorso nuovo. Oltre all’importanza di condividere con generosità, focalizzati sulla comprensione. Evita chi non è in grado di sostenerti nelle difficoltà iniziali. Preferisci una squadra coesa e robusta, capace di assorbire il tuo errore e trasformarlo per te in una occasione di crescita. Un team dove imparare come gestire le difficoltà in modo proattivo al fine di crescere.

6. Progettualità e visione

Avere una visione aziendale, che coinvolge gli obiettivi e i modi di raggiungerli non è istintivo. Serve allenare la mente a identificare le mete e a riconoscersi in una cultura comune che vi rende diversi nel mercato. Quest’arte si apprende condividendo l’operatività quotidiana dell’agenzia. Domani ti servirà per definire il tuo stile peculiare di fare business.

Nell’operatività della tua agenzia non possono mancare le visite virtuali di Realisti.co.
Provale ora!

7. Gestione d’impresa

L’attività professionale dell’agente immobiliare richiede preparazione d’impresa. Organizzazione del lavoro, marketing, gestione dei fornitori e dei partner, reclutamento, burocrazia amministrativa e finanziaria, aggiornamento tecnologico. Solo inserito in un team già avviato puoi acquisire le nozioni base per non trovarti in futuro solo e disarmato davanti ad una difficoltà.

8. Opportunità di crescita e di profitto

Se hai scelto la carriera immobiliare lo hai fatto anche sulla base di un’attesa economica. Quando decidi di proporti ad un’azienda scegli quella che ti farà lavorare davvero dandoti concrete opportunità di guadagno. “Sali a bordo e intanto impara” non è una politica retributiva. Scegli chi ti dà fiducia e impegnati al massimo nel portare profitti all’agenzia. Ne ricaverai riconoscimento economico ed autostima.

Dove trovare la squadra migliore per la tua carriera immobiliare?

Adesso che ti è più chiaro che l’agente immobiliare è un insieme di competenze specifiche, devi domandarti dove cercare la squadra giusta.

La scelta merita di essere ben ponderata ed il ventaglio di possibilità è ampio: dai grandi franchising che di certo hanno strutture formative e operative sperimentate, alle agenzie storiche di grande reputazione nelle principali città, alle piccole agenzie indipendenti nelle periferie, talvolta associate in rete. Non c’è una regola generale: ognuna avrà caratteristiche di eccellenza ed aree di miglioramento.

Quello che devi fare è informarti e proporti, senza perdere d’occhio dove vuoi arrivare. Quando sarai in campo, potrai capire se è la squadra giusta o se ne dovrai cercare un’altra più adatta a te.


Rispondi